10
Lug
08

Ciao Maggie

Maggie

Stamattina è morta la dolcissima trovatella che per sette anni ha riempito di vita, allegria e movimento il giardino di casa mia, deliziandoci dell’amore incondizionato caratteristico dei cani. E’ stata stroncata da una malattia improvvisa.

Giusto due righe per ricordarla. Ciao Maggie.

TAD

Annunci

5 Responses to “Ciao Maggie”


  1. luglio 11, 2008 alle 8:30 pm

    Le mie condoglianze, tad, comprendo il tuo dolore.

    L’anno scorso, seguendo di un paio di settimane il decesso di mio padre, e’ morto il cane di mio fratello, tobia, cosi’ di botto, senza avviso, probabilmente si era accorto che qualcosa non andava. Mio padre lo nutriva ogni giorno avvicendandosi con mia madre, mentre mio fratello era al lavoro.

    Cane intelligentissimo, meta’ jack russel e qualcosa di un beagle, era iperattivo e sapeva trovare la strada di casa da solo nel caso decidesse di fare una delle sue scappatine (casa mia in italia e’ in un paesino di provincia del pesarese quindi non tanto traffico).

    L’ultima volta che ho visto Tobia era l’anno scorso, quando sono dovuto tornare in italia d’urgenza per visitare mio padre in coma all’ospedale. Lo vedevo abbattuto e triste, non il tobia iperattivo che saltava, zompava e ululava alle campane della chiesa.

    Ridendo e scherzando era con noi da 14 anni. Speravo di rivederlo per il mio prosimo matrimonio in chiesa in italia in autunno, ma pare proprio che questa possibilita’ mi sia stata negata.

    Anche il cane prima di lui, cucciola, era una femmina, mezza volpina; aveva avuto 20 figli nell’arco di 16 anni e ha deciso di morire nel 1994 mentre ero all’estero (londra, il mio primo viaggio all’estero) per una settimana.

    Avrei molte cose da dire anche su di lei, ma questo e’ il tuo necrologio. Ancora una volta mi associo al tuo dolore.

    Saimon69

  2. 2 TADsince1995
    luglio 11, 2008 alle 9:32 pm

    Grazie mille del tuo commento Saimon69. Maggie è arrivata per caso, qualcuno una notte di sette anni fa, approfittando di un piccolo cedimento del muro del mio giardino (e che creò un piccolo varco, subito dopo riparato) la ha infilata dentro, appena nata.

    Noi la mattina dopo, sorpresi dall’inaspettata piccola ospite in giardino, non ci siamo sentiti di portarla al canile e l’abbiamo tenuta, anche perché comunque era da un po’ che pensavamo di prendere un cane, avendo lo spazio dove tenerlo.

    Maggie era un cane incredibilmente intelligente, a volte ci stupiva per come riusciva a comunicare e a farsi capire pur non possedendo il dono della parola e di alcune sue piccole astuzie. Per esempio, in estate (e qui al sud fa caldo, molto caldo in estate) per combattere il caldo, prima di sdraiarsi sulla terra faceva un piccolo “buco” nel terreno, in modo da scoprire la terra più fresca sottostante. Era vivace e faceva sempre festa a tutti quelli che arrivavano davanti al cancello del mio condominio, tanto da diventare un po’ la mascotte di tutti gli inquilini.

    Da una settimana aveva smesso di mangiare, non sfiorava persino il biscotto che ogni sera le davamo dopo la pappa e che lei non mancava mai di mangiare con gusto. Quest’ultimo dettaglio ha fatto scattare l’allarme. Il veterinario le ha fatto una flebo e gli esami del sangue, avremmo dovuto portarla quel giorno stesso di nuovo dal veterinario per altri esami, ma ormai era tardi. Io ho dovuto fare la pietosa operazione di toglierne il corpicino dal giardino, spero di non dover ripetere questa esperienza. Una malattia fulminante che non ci ha dato neanche il tempo di intervenire. L’unica cosa che mi consola e che è morta nel sonno. Non sono sicuro di voler avere di nuovo animali in futuro.

    Grazie ancora del pensiero.

    TAD

  3. luglio 15, 2008 alle 4:08 pm

    Se solo le persone fossero in grado di donare anche solo una piccola parte di quell’amore e fedeltà incondizionata tipica dei cani questo mondo sarebbe sicuramente migliore.
    Mi associo al tuo dolore, reduce anch’io da un’esperienza simile… è passato un anno ma ancora oggi mi stringe il cuore quando vedo la cuccia disabitata di Dora, il cane che avevo prima. Chiamarli semplicemente “cani” a volte mi sembra troppo riduttivo…

    Fabio

  4. luglio 17, 2008 alle 8:52 am

    Non so come contattarti in pvt, cmq solo per farti sapere che ho inserito alcuni articoli recentemente nel mio blog cui mi piacerebbe sentire il tuo ed altrui pareri a proposito.

    Simone Berncchia

  5. 5 TADsince1995
    luglio 17, 2008 alle 10:27 am

    Li leggerò e commenterò con piacere, ho cercato un contatto sul tuo sito ma non l’ho trovato. Se sei iscritto a PI puoi mandarmi un messaggio privato lì.

    TAD


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: